Camera d commercio di Bolzano
economia = futuro

Ingresso in Austria

Nessun obbligo di registrazione quando si entra dall'Italia

Dal 19.05.2021 in Austria si applicano nuove regole di ingresso. L'Austria ha notevolmente semplificato l'ingresso dagli stati del cosiddetto "Allegato A" (che comprende l'Italia). Quando si entra da uno stato di questo allegato, si applica la cosiddetta "regola delle 3 G" (Vaccinati (Geimpft), Guariti (Genesen), Testati (Getestet).

Si applicano le seguenti definizioni:

  • Certificato di vaccinazione: un documento rilasciato in lingua tedesca o inglese che conferma la vaccinazione con un vaccino elencato nell'"Allegato I". I seguenti requisiti devono essere soddisfatti:
    • Sono passati 22 giorni dalla somministrazione della prima dose di vaccino, a condizione che non siano passati più di tre mesi dalla data della prima vaccinazione, o
    • seconda vaccinazione, a condizione che la data della prima vaccinazione non risalga a più di nove mesi fa o, nel caso di vaccini per i quali è prevista una sola vaccinazione, che la data della prima vaccinazione risalga a più di 22 giorni fa e comunque non superi i nove mesi, oppure
    • vaccinazione, a condizione che un test molecolare positivo per il COVID sia stato effettuato almeno 21 giorni prima della vaccinazione o che siano stati rilevati anticorpi neutralizzanti prima della vaccinazione, nel qual caso la vaccinazione non deve essere avvenuta più di nove mesi prima.
  • Certificato di guarigione: una conferma medica o ufficiale (per esempio il "Corona Pass") in lingua tedesca o inglese di avvenuta guarigione da COVID negli ultimi sei mesi. Equivalente al certificato di guarigione è una prova di anticorpi neutralizzanti, che non devono essere più vecchi di 3 mesi al momento dell'ingresso.
  • Test COVID negativo: un documento rilasciato in tedesco o in inglese che dimostri di essere stato sottoposto a un test PCR o antigenico rapido negativo. Il test PCR non deve essere più vecchio di 72 ore e il test antigenico non più vecchio di 48 ore al momento dell'ingresso.

Ingresso dai Paesi dell'"Allegato A" (inclusa l'Italia)

Certificazione verde, nessun obbligo di registrazione
Allegato A (al 29.06. 2021): Albania, Andorra, Australia, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Principato del Liechtenstein, Grecia, Hong Kong, Islanda, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Macao, Malta, Monaco, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Macedonia del Nord, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Arabia Saudita, Svezia, Serbia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Corea del Sud, Taiwan, Thailandia, Repubblica Ceca, Ungheria, Città del Vaticano, Stati Uniti d'America, Vietnam, Cipro.

L'ingresso dai Paesi elencati nell'allegato A è possibile senza fornire motivazioni. Non è previsto un periodo di quarantena per l'ingresso da questi Paesi. Non è più necessario compilare il modulo d'ingresso (pre-travel-clearance). Bisogna portare solo una prova di vaccinazione, un certificato di recupero o una prova di test COVID negativo (certificazione verde).

ATTENZIONE: si prega di notare anche le condizioni di viaggio di rientro in Italia.

Ingresso da Paesi terzi

A partire dal 1° luglio 2021, l'obbligo di registrazione sarà abolito per le persone completamente vaccinate che entrano nel paese da Stati terzi. A tal fine, il ciclo di vaccinazione deve essere stato completato da almeno 14 giorni al momento dell'ingresso. Le persone che non sono state completamente vaccinate devono comunque registrarsi prima dell'ingresso e osservare un periodo di quarantena di 10 giorni, con la possibilità di terminare la quarantena al quinto giorno con un test Covid negativo.

Ingresso da paesi con varianti del virus

Registrazione, test PCR e quarantena

Come in precedenza, l'ingresso dagli Stati con varianti del virus è possibile solo in misura molto limitata; in ogni caso, è necessario compilare un modulo di ingresso. L'ingresso è possibile solo con un risultato negativo del test molecolare (PCR). L'obbligo del test vale anche per le persone vaccinate e guarite. Si applica un obbligo di quarantena di dieci giorni. Ulteriori informazioni sull'ingresso dai Paesi dell'allegato B2 sono disponibili qui.

Sono state utili queste informazioni?
Media: 4.4 (32 votes)

Contatto

Trasporto, mobilità e raggiungibilità

Dr. Michael Andergassen

0471 945 614